© copyright 2019 All Rights Reserved by Cannabis Store Amsterdam.

Canna Store S.r.l. 

P.IVA 08567391217 

Cap. Sociale € 100.000 i.v.

VAPORIZZATORI

INIZIARE AD USARE IL VAPORIZZATORE

Un vaporizzatore porta i cannabinoidi alla loro temperatura di ebollizione, producendo fumo, un vaporizzatore essicca le gemme e provoca il rilascio delle sostanze senza che prendano fuoco e di conseguenza mescolandoli con le sostanze chimiche nell'aria come l’ossigeno.

In parole povere, ciò significa che un vaporizzatore elimina ogni sostanza chimica collegata direttamente con il fatto di bruciare le gemme. È importante sapere che queste sostanze non provengono necessariamente dalla pianta in sé, nella vita quotidiana incontriamo spesso le stesse sostanze, un falò in spiaggia presenta gli stessi agenti chimici. La differenza principale è che chi fa uso di cannabis si espone al fumo in maniera regolare mettendo a repentaglio il proprio corpo. Accendere una cartina rilascia sostanze cancerogene. Un altro metodo che elimina questo problema è quello di preparare infusi di cannabis. Sia dal punto di vista della velocità che dal punto di vista della salute i vaporizzatori possono essere considerati i migliori mezzi per assumere la cannabis.

DOMANDE FREQUENTI CIRCA I VAPORIZZATORI 

 

1. Che cos’è un vaporizzatore?

Un vaporizzatore è uno strumento utilizzato per riscaldare miscele per aromaterapia alla temperatura a cui rilasciano i propri aromi con il vapore. 

 

2. Per cosa vengono utilizzati i vaporizzatori?

I vaporizzatori sono usati per scaldare diversi tipi di miscele per aromaterpia, rilasciando vari aromi. Attraverso i secoli, gli oli essenziali di eucalipto, rosmarino, camomilla, gelsomino, melissa citronella, rosa, salvia e timo sono stati usati in tutto il mondo per comporre profumi e miscele di incensi, noti per i loro effetti benefici sul corpo e sullo spirito. 

 

3. Che tipo di manutenzione è richiesta di solito?

La migliore manutenzione di un vaporizzatore consiste nel prestare attenzione all’accumulo di residui. Ogni vaporizzatore necessita di cure leggermente diverse, ma la maggior parte ha filtri rimuovibile che possono essere facilmente sostituiti; molti dei nostri vaporizzatori sono forniti con un kit di pulizia che ti aiuta a ottenere sempre il massimo aroma dei tuoi vapori. Con piccoli accorgimenti, il vaporizzatore resterà pulito e produrrà un ricco vapore per molto tempo.

 

4. C’è la possibilità che i miei ingredienti brucino nel vaporizzatore?

Generalmente no. Alcuni vaporizzatori hanno una gamma di temperature molto ampia e alcuni delicati ingredienti aromaterapici possono prendere fuoco a temperature elevate. Alcuni vaporizzatori, come il modello Volcano, sono concepiti in modo da non poter raggiungere temperature superiori ai 230°C, rendendo cosìimpossibile la combustione della maggior parte dei materiali. Controlla sempre che la temperatura del vaporizzatore non sia impostata sopra alla massima temperatura di vaporizzazione. 

 

5. Che temperatura devo impostare?

La temperatura perfetta varia a seconda del vaporizzatore e dei materiali utilizzati. La temperatura è corretta quando si forma una sottile nebbiolina bianca e semitrasparente. Se il vapore è appena visibile, può significare che la temperatura non è sufficientemente alta o che l’estrazione dell’aroma è completa. In questo secondo caso, si deve riempire nuovamente la camera di ricarica. Il modo migliore per selezionare la giusta temperatura è iniziare con una bassa per aumentarla quindi fino a ottenere il rilascio degli aromi desiderati.